IL DIRETTORE DEL CIASS, DANIELE PANELLA, OSPITE DELLA TRASMISSIONE “ECCELLENTI” – Trasmissione dell’emittente Delta Radio del 08/02/2024

Data:
12 Febbraio 2024

IL DIRETTORE DEL CIASS, DANIELE PANELLA, OSPITE DELLA TRASMISSIONE “ECCELLENTI” – Trasmissione dell’emittente Delta Radio del 08/02/2024
image_pdfimage_print

“Tre luoghi per dare un aiuto ai soggetti più fragili, grazie ad un’unica unità organizzativa. Il Ciass, acronimo per Consorzio isola di Ariano per i servizi sociali, dal 2001 porta avanti un servizio di grande importanza per gli anziani non autosufficienti. Dall’unione tra tre comuni, Taglio di Po, Corbola e Ariano, è nato dunque il Consorzio, ancora oggi in attività, il cui direttore, dal 2015, è Daniele Panella che ieri, ospite in diretta ai microfoni del programma “Eccellenti” di Delta Radio, condotto dalla giornalista Fiammetta Benetton, ne ha raccontato esperienze, funzioni e organizzazione. “Il Ciass – racconta Panella – ha una funzione prevalentemente sociale, come dice anche l’acronimo stesso. In particolare, ci occupiamo di gestire tre strutture per anziani, tre case di riposo, presenti nel territorio in tutti e tre i comuni. Lo statuto che è stato creato è piuttosto elastico; ciò significa che, in realtà, il Ciass ha la possibilità di gestire anche servizi per adulti, adolescenti e minori in varia misura”. Una realtà ben avviata e affermata da molti anni, nonché apprezzata dai comuni bassopolesani coinvolti. Panella, infatti, afferma: “Ci occupiamo della gestione, nei tre edifici, di ben 195 posti letto. Non solo: si garantisce anche la presenza di punti prelievo e ospitiamo poi i medici di base, ad esempio, a Corbola. Il nostro è un vero e proprio assistenzialismo sociale e sanitario. In particolare, ci occupiamo di garantire una vita serena ai malati di Alzheimer e, in generale, a quanti presentano forme di demenza che arrivano alla non autosufficienza. A Corbola, ci sono 30 posti letto dedicati a queste fragilità”. “Abbiamo – prosegue Daniele Panella – 100 dipendenti diretti, ai quali si aggiungono circa una settantina di persone provenienti dalle varie cooperative. Viene garantita assistenza infermieristica 24 ore su 24. Si creano così numeri e possibilità importanti. Tra i punti di forza, sicuramente la duttilità, l’importanza inoltre di avere attività accreditate secondo norme di legge, la possibilità di dare alle persone che frequentano le strutture una vita nuova”. Si tratta di una realtà unica in Veneto per quanto concerne gestione e governance in quanto forma associativa. “Le persone nelle nostre strutture – commenta poi Panella – trovano una nuova dimensione e dimenticano la solitudine. Questo anche per le numerose attività culturali che vengono organizzate, sia in relazione alle varie festività, sia nel periodo estivo quando si organizzano anche uscite al mercato o, per chi può, gite al mare. Per le nostre attività dobbiamo anche organizzare l’associazionismo di volontari presente nei territori perché sono in tanti a darci una mano in diversi servizi che gestiamo”. Sono anche altri, infatti, i servizi che porta avanti il Ciass, come l’assistenza domiciliare in coordinamento con gli uffici comunali, la consulenza nella gestione del farmaco a domicilio, ulteriori aspetti di cura e di assistenza, i pasti a domicilio a partire dalle cucine delle strutture. A ciò si aggiunga la rivalorizzazione di edifici storici che sono tornati a vivere dopo essere stati riqualificati, immersi in un’oasi verde poiché anche il punto di vista naturalistico è importante per garantire la qualità della vita di chi ha bisogno”.

 

Vedi l’intervista sul canale You Tube di Delta Radio

Ultimo aggiornamento

4 Aprile 2024, 17:30